Visitare Roma con i bambini: 5 idee per esplorare la capitale

visitare Roma con i bambini - Bioparco

© Simone Ramella

Visitare Roma con i bambini può essere un’esperienza meravigliosa, a patto che ci sia un minimo di organizzazione preventiva e che si scelgano itinerari o tappe specifiche in base al clima. Perché se è vero che Villa Borghese con il suo Bioparco sono imperdibili in una bella giornata di sole, bisogna sempre avere un piano B in caso di pioggia. Ecco i nostri suggerimenti per godersi la Capitale con prole a seguito, anche se probabilmente sarete voi a dover tenere il passo!

Bioparco e Villa Borghese

Parco simbolo della città, con i suoi 80 ettari di verde il Parco di Villa Borghese è il polmone verde dei romani, ricco di svaghi e percorsi da fare in bici. C’è l’imbarazzo della scelta sia per godersi una giornata di sole, sia per non soccombere al maltempo, partendo dal pic-nic fino alla visita dei numerosi musei. Parliamo della grande galleria d’arte moderna e del Museo e Galleria Borghese, all’interno della quale è possibile visitare una tra le più importanti pinacoteche di Roma oltre alle meravigliose sculture del Bernini. Una lunga sosta vi verrà sicuramente imposta dai bambini per quanto riguarda il Bioparco, al tempo giardino zoologico, dove sgranare gli occhi davanti ai Draghi di Comodo o gli Avvoltoi papa. Anche la Casina di Raffaello immersa nel parco (Piazza di Siena) si rivelerà una tappa ideale per i più piccoli che potranno divertirsi ascoltando letture animate e partecipando alle attività organizzate dalla ludoteca e seguite da animatori. Voi potrete rilassarvi al Bar del Cinema proprio di fronte alla Casina sorseggiando un buon caffé.

Explora, il museo dei bambini

visitare Roma con i bambini - Explora

© Explora

Nei paraggi di Villa Borghese troviamo una tappa dove spendere un paio d’ore, sia con la pioggia che col sole, se siete in compagnia di bambini fino ai 7 anni. Il museo dei bambini di Roma Explora (Via Flaminia, 80/86 – metro linea A – fermata Flaminio) è unico nel suo genere e piacerà molto sia alle piccole pesti che agli animi più moderati. Sperimentare e toccare con mano sono le parole d’ordine rivolte ai pargoli: diversi i campi per stimolare l’interattività, dalla logica, ai mestieri, passando per la fisica. Il tutto in rigoroso ordine casuale, ad enfatizzare una certa spontaneità che i piccoli proveranno non appena cimentati in qualche attrazione didattica. Informatevi tramite il sito web, sui vari corsi a tema e laboratori per prenotare al meglio la vostra fascia di interesse. Il costo dei biglietti è di 8 € (anche per gli adulti), per i più piccini (dai 12 ai 36 mesi) 5 €.

Avventura nel sottosuolo

visitare Roma con i bambini - Sotterranei

© Fernando Olguin

Archeologia è una parola chiave quando si parla della Città Eterna, ma pochi sanno che da ammirare non è solo ciò che si alza verso il cielo. Un universo parallelo e complementare vi attende sotto il suolo di Roma: acquedotti, cripte, templi e chiese nascosti dal tempo e dall’incessante stratificazione della storia. Diverse le associazioni che organizzano visite guidate nei meandri quasi dimenticati nel sottosuolo, come l’associazione Roma e Lazio per te (tel. 06 56030574) che, all’interno di un ricco programma dedicato ai più giovani, promuove la visita dei sotterranei della basilica di S. Cecilia in Trastevere. Un percorso emozionante rivolto a tutta la famiglia per esplorare la domus romana dove la donna visse fino alla suo martirio. Ci sono poi le catacombe cristiane sotto l’Appia Antica, piene di cripte di Santi e Papi: tra gallerie, cubicoli, affreschi e iscrizioni fino a 20 metri di profondità viene narrata parte della storia sacra della cristianità.

Safari d’arte, a caccia di mostri

Se è la prima volta per i pargoli e il meteo è dalla vostra,  imperativo è far conoscere il centro storico dell’Urbe. Perché se è vero che ogni strada ha qualcosa da raccontare, le basi ci devono essere, soprattutto le vostre se siete un po’ a digiuno di storia. Quindi, prima di raggiungere con la linea B della metro il Colosseo per poi passare ai Fori Imperiali, ripassate. Se anche voi avete da imparare organizzate un bel Safari d’arte, per divertirvi e conoscere insieme ai vostri figli i luoghi della città andando a caccia di draghi e leoni scolpiti nella pietra. Potete trovare queste guide corredate di mappe al PIT – Tourist services in Via dei Fori Imperiali e in molte librerie specializzate della capitale. In questo modo visiterete l’Altare della Patria, Piazza di Spagna, il Pantheon e Piazza del Popolo in modo divertente e originale.

Gioco, tecnologia o scienza?

Parlare di museo è sbagliato, di ludoteca riduttivo: Technotown è un insieme di percorsi tematici che faranno impazzire i vostri ragazzi. Dalla robotica con i lego fino al 3D,  questo spazio situato in un villino medioevale nel parco di Villa Torlonia sulla Nomentana,  è diviso in sette locali dove giovani avidi di conoscenza possono provare diverse esperienze, tra cui viaggiare nel tempo attraverso la realtà virtuale. Missioni in squadra nei luoghi dell’Antica Roma, pavimenti digitali dove giocare a calcio con una palla virtuale… la didattica in pratica si mescola al gioco, che poi è il modo migliore per imparare. L’intero percorso, che comprende entrambi i piani, costa 6,00 €, ridotto per i bambini sotto i gli 8 anni, che potranno accedere al percorso junior composto da 2 sale (il Digital Floor e il FlipBall) accompagnati da un adulto. Ideale per festeggiare un compleanno diverso all’insegna del divertimento prenotando allo 06 0608, unico giorno di chiusura il lunedì.

Tenete d’occhio: l’attesissimo Cinecittà World promette di ricreare le più importanti tappe della storia del cinema con 8 set, 5 studios e parecchie attrazioni. Il 2014 sarà l’anno dell’apertura, per cui se in famiglia siete tutti amanti del cinema, fateci un pensierino.