Visitare Copenaghen: i luoghi dell’arte


Visitare Copenaghen: arte e museiLe barche a vela di Nyhavn e le giostre di Tivoli. Lo shopping lungo lo Strøget e la fiabesca Sirenetta. Copenaghen è tutto questo, un concentrato di stili. Una metropoli del futuro fedele al suo passato, in cui si respira storia e innovazione, creatività e rispetto delle regole. In una sola parola, arte.

Tralasciando il Design Museum, ambito in cui la capitale danese è regina, qui sono tanti i luoghi dell’arte, canonici e non. Alcuni dislocati nel cuore pulsante (e eco) della città. Altri nei primissimi dintorni.

Cominciando dal centro, dalla west side di Copenaghen, la Galleri Puls Art è un esempio di spazio creativo al centro del fermento della città. Su una superficie di oltre 200 mq, si alternano artisti locali e stranieri e l’astrattismo danese va a braccetto con il realismo cubano, i due filoni che dominano nelle esposizioni di questa galleria di tendenza (Boyesgade 17, aperto dal martedì al sabato dalle 13.00 alle 18.00).

Visitare CopenaghenAltro luogo dell’arte, questa volta decisamente atipico, è Christiania, la “città libera”, il simbolo della coscienza hippie, delle contraddizioni e delle utopie. Ma anche, al di là delle tematiche sociali, dell’ispirazione artistica. A Christiania tutto ha una forte connotazione estetica: dai colori accesi dei murales che contrastano con un cielo spesso uggioso, alle sculture d’arte contemporanea in mezzo ai prati, ai teatri e al Loppen, l’area concerti. Un mondo a parte, quindi, dove la street art è di casa.

A mezzora dalla capitale, raggiungibili con la comoda formula “biglietto unico per treno e ingresso mostre”, i due centri d’arte di importanza internazionale. Il primo, l’Arken, è un museo di arte moderna a forma di nave (traduzione letterale, “arca”), sul mare della cittadina di Skovvej. Vanta un ricco archivio tra cui spiccano le opere di Damien Hirst. Attualmente in corso la mostra per il centenario di “Carl-Henning Pedersen”, fino all’11 Agosto (orari apertura: mercoledì 10-20, da martedì a domenica 10-17). Il secondo, il Lousiana nella cittadina di Humlebæk è ancor più prestigioso. Nella collezione permanente, le opere di Warhol, Lichtenstein e Hamilton. Fino al 9 Giugno, l’esposizione “Pop Art Design”, omaggio al legame tra Pop Art e designers degli anni 50. Ottimi motivi di visita al Lousiana sono anche la sua stessa struttura e posizione. Le grandi vetrate affacciano infatti su un incantevole parco impreziosito da sculture di Mirò e Giacometti, con vista sul mare Baltico.

Visitare Copenaghen, la SirenettaIn ultimo, la new entry cittadina in materia d’arte: il Parkmuseerne, il nuovo distretto culturale danese inaugurato lo scorso 19 marzo. Inserito in un grande parco collegato al giardino reale e a quello botanico, nei pressi delle Stazioni di Østerport e di Nørreport, comprende sei musei: Statens Museum for Kunst (la Galleria Nazionale d’Arte), il Castello Rosenborg, la Casa del Cinema, il Museo di Storia Naturale, la Collezione David e la Collezione Hirschsprung. All’interno, tra un’immersione di cultura e un’altra, è possibile concedersi una pausa nelle apposite aree bar e ristoro. Utile suggerimento per sfuggire ad eventuali sindromi di Stendhal.