Oslo, capitale dei festival musicali

Oslo festival

© Kyrre Vigestad

È la città dove riposano per l’eternità Munch e Ibsen. Ma questo lo sapevate già. È la città dove i fiordi e la Marka coabitano con un centro cosmopolita e tecnologico. E sapevate anche questo. Probabilmente, però, non sapete che Oslo è la città della musica. Questa capitale dai mille volti, affascinante come poche, vanta uno sproposito di locali per concerti considerando il numero della popolazione. Si calcolano all’incirca 5000 esibizioni l’anno, cifra che surclassa le vicine capitali scandinave. L’amore degli Oslovian per la musica è tangibile, sia nei grandi spazi che in quelli più intimi. Così come la varietà dei generi lascia a bocca aperta: dalla classica al jazz, transitando per il genere sperimentale ed elettronico. E non dimentichiamoci del rock! Così accanto al Kulturkirken Jakob, chiesa con il miglior organo della città deputata ai concerti, troviamo il Sentrum Scene, dove l’acustica permette di godervi come si deve i grandi spettacoli. Quello che però salta all’occhio, spulciando tra il ricco calendario degli eventi di Oslo, è l’imbarazzante proposta di festival musicali.

Nel periodo di Pasqua (quindi ormai ve lo siete perso, dunque organizzatevi per il prossimo anno) è stata la volta dell’Inferno Metal Festival alla Rockfeller Music Hall e luoghi satellite: quattro giorni pazzeschi, due scene, più di quaranta gruppi. Viene quasi da piangere al pensiero di non esserci stati, se si pensa anche alla Metal Expo con tatuatori, postazioni piercing, mostre e bancarelle di ogni genere. La primavera incerta comunque prosegue, l’estate è dietro l’angolo, quindi è tassativo conoscere sostanza, date e luoghi per scegliere il festival che più vi stuzzica!

Tape to Zero mini Festival
Date: 26/27 aprile 2012

Orecchie aperte per tutti quelli che amano il jazz contemporaneo, l’elettronica e la musica ambient. Qui si sperimenta e si rinnova con progetti acustici mescolando suoni campionati alla sonorità di sax e percussioni, dando voce ed espressione ad artisti conosciuti ed emergenti. Quest’anno il festival si tiene al Victoria National Jazzscene: dura solo due giorni, è davvero mini, ma dà tanta soddisfazione!

Norwegian Wood Rock Festival
14-17 giugno 2012

Fin dagli anni Novanta grandi nomi si sono esibiti annualmente in questo strepitoso festival, accanto a musicisti norvegesi, sul palco principale: Bob Dylan, David Bowie, Roger Waters, Foo Fighters e System of a Down per citarne alcuni. Quest’anno all’appello rispondono Lanny Kravitz, Sting, James Morrison e direttamente dagli anni ’70 Tom Petty and The Heartbreakers, oltre a, udite udite, Brian Ferry e i Kaizers Orchestra. Un secondo palco, l’Underwood, ospita band emergenti desiderose di farsi scoprire da un vasto pubblico, insomma da tener d’occhio! Ultima chicca, la location: Frognerbadet è una super piscina all’aperto all’interno del Frognerparken. Direi niente male.

Kollen Summer Festival
29/30 giugno 2012

Questo festival è spettacolare anche solo per la scelta del luogo: la ski jump di Holmenkollen, la collina a nord-ovest di Oslo, è il più alto e avveneristico trampolino di lancio, ci si sale in ascensore e si gode di una vista eccezionale. Adiacente il palco, che ospiterà più di 20 artisti, Rhianna come guest star. In realtà l’evento è stato pensato proprio per rientrare della spesuccia dello scivolone, che ha superato il budget iniziale: un’idea niente male, soprattutto per non usare fondi pubblici. Pop, rock e urban music per questo evento che promette bene, anche per gli anni a venire.

Oyafestivalen

©Ann Baekken

Øyafestivalen
7-11 agosto 2012

Se quest’estate non avete fatto ancora programmi… a buon intenditor poche parole: Black Keys. Comunque, indipendentemente dai nomi in cartellone, tra cui anche Björk e i ritrovati Stone Roses, Casa Murilo e tantissimi nuovi nomi da scoprire, il festival di Øya è uno dei più grandi che si tengono in città, più esattamente nel centro a Middelalderparken. Oltre al rock, vari i generi, gente da ogni parte del mondo, atmosfera di puro divertimento: uno di quei festival da frequentare almeno una volta nella vita.

Oslo Kammermusikk Festival
10-18 agosto 2012

Patrocinato niente di meno che da Sua Maestà, la Regina Sonja, il festival dal 1989 propone musica da camera dal Medioevo ai nostri giorni, grazie ad artisti norvegesi e internazionali. I luoghi di questa kermesse sono diversi e bellissimi, basti pensare alla Gamle Logen e alla fortezza di Akershus. Quest’ultima è davvero uno scenario da favola, se pensate che l’entrata al castello è stata riproposta nel parco di Epcot in Florida.

Oslo Jazz Festival
13–18 agosto 2012

Grande lustro per questo appuntamento che ogni anno ad agosto presenta i grandi nomi del jazz da più di vent’anni. Diversi i palchi della città che ospitano l’evento, in un vero itinerario tra modern e mainstream: chi ama il genere non avrà di che lamentarsi, potendosi beare di blues, gospel e latin jazz.

Kon-Tiki Classical Music Fest
14–17 agosto 2012

Quest’appuntamento con la musica classica che spazia dal Barocco al Romanticismo, è ospitato dal Museo Marittimo Norvegese in uno spazio luminoso ed elegante nella sua essenzialità. Accanto al violino di David Coucheron, direttore del festival, piano, viola, violoncello e clarinetto regalano emozioni senza tempo.

Oslo, capitale della musica

© Lorenz Khazaleh

Oslo Mela Festival
24–26 agosto 2012

Ormai in alcune parti del mondo, valicando i confini spazio-temporali del sud del continente asiatico, è un appuntamento che si ripete con un afflusso eccezionale: il mela festival di Oslo non fa eccezione, distinguendosi come vero e proprio punto d’incontro tra culture musicali differenti. Oltre alla buona musica, caratteristica è la cornice con stand e bancarelle di vario genere, dal cibo all’oggettistica, in Rådhusplassen. L’ingresso, neanche a dirlo, è libero.

Granittrock
31 agosto – 1 settembre 2012

Completamente gratuito è anche questo festival di due giorni dedicato alla musica rock e hip hop, che si vocifera non essere alcolico, non essendoci luoghi in zona dove vengano venduti inebrianti. La cosa fantastica è che questo grande evento culturale, che ha un’affluenza di circa 20.000 persone al giorno, è possibile grazie alla partecipazione degli abitanti del quartiere di Groruddalen, dove si svolge. L’arena Lillomarka permette una buona visibilità da ogni punto e anche se vedrete accanto a voi famiglie con pargoli a seguito, i gruppi metalrock pestano senza scrupoli.

ULTIMA Festival
6–15 settembre 2012

Sparso qua e là per vari locali cittadini, questo evento è un mix di espressioni artistiche contemporanee, tra cui, ovviamente la musica. Organizzato come fondazione cui partecipano diverse istituzione culturali, si propone di divulgare le proposte più innovative e interessanti del panorama musicale. È riconosciuto come una delle più riuscite e importanti manifestazioni in Norvegia ed Europa. Non è ancora disponibile il programma per quest’anno, ma è certo che non tradirà le aspettative. Anche perché il principe Haakon patrocina il festival…

Oslo World Music Festival
30 ottobre – 4 novembre 2012

Anche l’autunno ha il suo appuntamento musicale. Un grande appuntamento. Sei giorni per la ciliegina sulla torta dei festival di Oslo. Per combattere la temperatura e la precoce oscurità che hanno decretato la fine dell’estate da un pezzo. Il calore arriva da musiche di culture lontanissime tra loro, dalla Serbia al Niger, dalla Grecia al Cile. Sui palchi della città l’esotico vi conquisterà con più di 200 artisti.

Per essere sempre aggiornati, controllare il calendario eventi e avere info su prezzi e trasporti consultate il sito Guida ufficiale di Oslo.