Berlino, tra locali dark e vita notturna

WGT shoes

©frageffke

Di questa città versatile e dalle mille facce non si può che avere un’immagine propria: più si visita Berlino, più il desiderio di esplorarla penetra ogni organo sensoriale, per quella strana percezione, più che in altre città, che ti convince ogni volta di non aver colto veramente quello che è importante. Soprattutto perché la città è famosa per la varietà di culture e sottoculture metropolitane, ed esplorarle tutte è un’impresa non da poco.

Tra queste salta all’occhio quella dark, con sfumature metal, punk rock e gotiche nelle sue varie declinazioni. Berlino è una manna dal cielo per gli appartenenti a questa nicchia: ha una notevole quantità di locali e discoteche consacrate al mondo delle tenebre, che la rendono legittimamente la capitale dello stile dark. Certo si potrebbe aprire un dibattito sul termine, ma non è quest l’ambito adatto per disquisirne. Ci piace ricordare, però, che proprio in Germania tra gli Ottanta e Novanta del secolo scorso, diversi artisti ispirati da elementi New Wave e dal Goth Old School inglese (a sua volta di derivazione post-punk), fusero questi vari generi per dar vita alla darkwave culture. Per chi, perciò, non può resistere fino all’annuale appuntamento del Wave Gotik Treffen (25/05/12) a Lipsia o del Dark Dance Treffen a Lahr, c’è sempre la possibilità di una capatina mordi e fuggi a Berlino, dove dar libero sfogo soprattutto alle danze e…  ballare, ballare, ballare!

Prepararsi alla notte dark

Se avete qualche ripensamento su cosa sfoggiare nella notte berlinese e avete un po’ di tempo per lo shopping dell’ultima ora, ecco qualche indirizzo che può tornare utile. Da X-tra-X (Schonhauser Allee 48), tempio dell’underground, trovate di tutto: abiti e scarpe per uomo e donna, lingerie, borse, accessori vari, gioielli e persino oggettistica per la casa. Da Darkstore (Boxhagener Str.23, da lunedi a venerdi aperto il pomeriggio però fino alle 20) oltre ad abiti e cosmesi, dalle lenti a contatto fino ai prodotti per capelli, trovate vino aromatizzato al miele in differenti gusti… per palati sempre alla ricerca di sapori nuovi. Tanti, comunque gli indirizzi sparsi per la città dove perdere la testa: tre piani tutti da visitare li trovate all‘ Hautnah eccentric fashion (uhlandstr. 170,  metro u-bhf. Uhlandstraße).

I locali e le discoteche dark

Prima di lanciarsi nella scandalosa offerta di discoteche e locali notturni si può bere qualcosa per scaldarsi al Franken (Oranienstrasse 19a): birra buona e a buon mercato mentre si ascolta del punk rock tra turisti e locali. Altro indirizzo è quello di Last Cathedral (Schönhauser Alee 5), horror rock bar con piano terra e soppalco dove solo l’arredamento merita una visita: tra tombe, mummie e amenità varie l’atmosfera è davvero particolare… magari solo un attimino calcata.

locali Berlino

© Alina Sofia

Veniamo al dunque… la notte non aspetta. Una delle mie mete preferite, ideale per chi apprezza il gothic “old school” e buona musica rockeggiante, è il Dunckerclub (Dunckerstrasse 64 – metropolitana Gneisenaustraße): questo caratteristico edificio di mattoni rossi in mezzo alla città è davvero spettacolare e da tantissimi anni ospita una delle serate più intriganti di Berlino… il Dark Monday, dove la gente balla sulle melodie cupe di dark wave, gothic, post punk, death rock, industrial e neofolk ogni lunedì sera! In alcuni particolari giorni durante l’anno, di domenica, anche se alla luce del giorno, viene organizzato un mercatino dell’arte e dell’usato, delizia per occhi e pure per il palato: accanto ad abiti (neri, ovviamente), artigianato di legno e cuoio, essenze profumate, candele, libri e cd sopra tavoli coperti di velluto (che stile!), all’interno dell’incantevole giardino arredato di gazebi intricati di rovi, si può godere di caffè, tè e biscotti fatti in casa o di birra e cocktail accompagnati dalla carne che sfrigola sul grill. Non manca ovviamente la lettura dei tarocchi e diversi banchetti dove si passa dalle magliette punk agli abiti medioevali, dagli articoli magici agli accessori in vinile. Il tutto accompagnato da buona musica, che non manca mai qui al Dunkerclub. Le date di quest’anno sono: 5 febbraio, 1 aprile, 3 giugno, 5 agosto, 7 ottobre, 2 dicembre… fateci più di un pensierino! L’ideale è passarci la domenica pomeriggio durante il market e sfoggiare qualche nuovo acquisto il lunedì notte.

Dunckerclub, Berlino

© Anna Motterle

Non più luogo di nicchia, già da qualche anno, ma che vale sempre una puntatina, è il K17 (Pettenkoferstraße 17a – metropolitana: Frankfurter Allee). In questo palazzo di quattro piani, per ogni sala viene suonato un genere diverso, dall’ heavy metal, all’electro-gothic, fino all’hard rock, trash, death e crossover. I prezzi di bibite e cocktail sono eccezionali – se paragonati all’Italia poi! – così come per l’ingresso (5,00 €), che lievita ovviamente in concomitanza con concerti live. Sabato 28 gennaio per esempio l’ingresso è di 15,00 € per ascoltare Finsterforst, Unlight, Cryptic Forest e Botritis Cinerea. Altro punto di riferimento per la musica dal vivo è il Kato (metro 1 Schleisisches Tor): i biglietti per i concerti possono essere acquistati direttamente in loco alla biglietteria, aperta dalle 14:00 alle 18.00. Per info sui concerti, il consiglio è mandare preventivamente una mail. Uno dei posti più apprezzati dagli amanti del genere, nello strepitoso quartiere di Kreuzberg, è il Darkside Club (Nostitzstraße 30, metropolitana U7 e U6 Mehringdamm) discoteca fetish, che dopo varie vicissitudini riaprirà il 2 febbraio di quest’anno. Qui vige un codice d’abbigliamento abbastanza specifico, quindi se siete solo presi dalla curiosità di dare un’occhiata state sicuri che non vi faranno entrare in jeans e anfibi. Interessante la scena live anche allo Slaughterhouse in quel complesso che è la Kulturfabrik Moabit (Lehrter Str. 35, metropolitana U6 Reinickendorfer Straße e Bus M27 bis Quitzowstraße) dove il programma dei concerti non è niente male.

Dove dormire

Berlino, discoteche

© gruftiradio.de

Per modo di dire… vista l’ora in cui vi cacceranno dai club. Ovviamente il primo indirizzo è quello del Dark Hostel (Pettenkoferstr. 16), ostello che si trova nel vivace quartiere berlinese di Friedrichshain all’interno del complesso del K17 (meraviglioso se avete già in programma di passare lì la notte). È vagamente ispirato ad atmosfere gotiche ed è l’ideale per chi cerca una sistemazione a prezzo abbordabile e in una zona comoda oltre che ben collegata. Non adatto a personcine principine e molto esigenti… Nel quartiere Mitte da segnalare è il Singer 109 Hotel & Hostel (Singerstraße 109 – 49,00€ per la matrimoniale): camere e appartamenti confortevoli all’interno di un edificio storico restaurato intelligentemente e con gusto. L’atrio, punto nevralgico e d’incontro delle più disparate nazionalità, è qualcosa di meraviglioso, ed è possibile fare colazione fino alle 12.30 (sempre che si sia toccato il letto, prima chi ha intenzione di alzarsi?). Un altro ostello, tra i migliori della Germania anche per i prezzi concorrenziali (in camerata da 8 persone la spesa si aggira intorno ai 12,00€ a testa a notte), è l’EastSeven (Schwedter Straße 7). Raggiungibile facilmente con la U2, si trova a solo 100 metri dalla fermata metro Senefelder Platz, ha una grande cucina in comune, zona relax e zona fumatori.

Documentarsi sulle iniziative

Prima di partire ovviamente date uno sguardo su www.orkus.de o www.darklifezine.de, i magazine per essere aggiornati su eventi e tutto quanto può esservi utile… e poi non rimane che, anfibi ai piedi, infilare in borsa corsetti e ciglia finte e prenotare un volo per la vostra dark night!