Madrid, la città che non dorme mai

Madrid di notte

© Rafael Anglada

Una città che non dorme mai. Ecco la definizione che meglio si adatta a Madrid, una delle più animate capitali europee, tempio indiscusso della movida spagnola. Di possibilità di trascorrere una serata all’insegna del divertimento ce ne sono davvero per ogni gusto e per ogni tasca: dai tablaosspecializzati in spettacoli di Flamenco alle discoteche aperte e affollate fino alle prime ore del mattino. Proponiamo qui una piccola guida di alcuni tra i locali più gettonati della capitale spagnola.

 

 

 

I caffè tradizionali di Madrid

I caffè sono una vera e propria istituzione a Madrid. Sono locali decisamente caratteristici, molti dei quali rimasti pressoché identici a un secolo fa. Nelle fredde sere invernali sono il punto di ritrovo ideale per scambiare quattro chiacchiere con gli amici, circondati da un ambiente piacevole e da bella gente. Uno dei più frequentati è il Café Gijón (Paseo de Recoletos, 21), che fin dall’apertura nel 1888 è stato protagonista indiscusso della vita culturale madrilena. Nel corso della sua lunga attività, il locale ha accolto nomi illustri della letteratura spagnola, primo tra tutti Camilo José Cela che nel suo capolavoro La Colmena si è ispirato proprio allo storico caffè.

Per chi vuole iniziare o concludere la serata in grande stile vale la pena fare un salto nello storico Museo Chicote, ubicato lungo la Gran Vía, cuore nevralgico della frenetica Madrid. Le fotografie in bella mostra sulle pareti sono la chiara dimostrazione della fama del locale. Dal 1931, anno della sua inaugurazione, il Chicote ha ospitato personaggi del calibro di Salvador Dalí, Ernest Hemingway e, per giungere ai tempi più recenti, Pedro Almodóvar.

A ritmo di nacchere e Flamenco

© Sergio Morchon

Pur trattandosi di una danza tipica dell’Andalusia, a Madrid non mancano locali dedicati al Flamenco, anzi, si può tranquillamente sostenere che questo pittoresco ballo e tutte le sue varianti siano una delle passioni più grandi dei madrileni. Un locale rinomato per gli spettacoli di Flamenco è il Casa Patas (Calle Cañizares, 10), raccomandato dagli stessi abitanti della metropoli. Le performance dei flamenqueros iniziano intorno alle 23.00 e si protraggono fino a notte inoltrata. Tra uno scoccare di nacchera e l’altro, ci si può intrattenere mangiando tapas e bevendo una birra o una copa de sangría.

Gli aficionados consigliano anche il locale Las Carboneras (Plaza del Conde de Miranda, 1) che offre eccellenti performance di Flamenco, accompagnate dalla degustazione di ottime tapas. Gli spettacoli hanno inizio dopo le 23.00, ma è consigliabile arrivare in anticipo per trovare posto senza difficoltà.

Live Music

Non tutti sanno che Madrid ospita uno dei migliori jazz-club europei: il Café Centr (Plaza del Angel, 10). Aperto negli anni ’80, il locale accoglie da sempre artisti di fama internazionale. Le esibizioni sono rese ancor più piacevoli dall’ambiente rilassante, dall’impeccabile servizio e da un personale cortese e sempre disponibile. Per gli appassionati di musica latino-americana, un locale must è invece La negra Tomasa (Calle Espoz y Mina, 9), affollatissimo ristorante cubano che dal giovedì al sabato si anima con spassose performance di salsa. Chi non riesce a trovare un tavolo, può comunque unirsi ai clienti in fila al bancone che, tra un drink e l’altro, si infiammano sulle note di ritmi calienti.

Le discoteche di Madrid

Madrid, capitale Spagna

© D. Alexandru Ioan

Il vero popolo della notte, quello che si scatena fino allo sfinimento, per poi riversarsi nelle strade allo spuntare del giorno, ha letteralmente l’imbarazzo della scelta a Madrid per ciò che riguarda discoteche e disco-pub. In parecchi locali l’ingresso è scontato o persino gratuito con il solo obbligo di una consumazione. Per poter usufruire di sconti ed entrate gratuite basta procurarsi gli appositi pass distribuiti nelle vicinanze dei locali o disponibili in gran parte dei negozi per giovani.

Decidere quali siano le migliori discoteche madrilene è un’impresa ardua, considerata la presenza praticamente in ogni angolo della città. Ci limitiamo a consigliarne due tra le più amate. La prima è il Joy Madrid (Calle del Arenal, 11). Questa discoteca, che ha alle spalle un passato di Music Hall, è la meta per eccellenza dei giovani madrileni, ma è frequentata anche dai turisti. La serata tipo inizia di solito a movimentarsi dopo la mezzanotte. Altra discoteca di tendenza è il Pachá (Calle Barceló, 11) in cui non mancano mai buona musica e bella gente. L’unico inconveniente è la fila. Per chi ama ballare, però, vale la pena aspettare un po’ pur di trascorrere una notte in questo tempio della movida madrilena.

Per concludere la serata…

Dopo aver fatto il pieno di divertimento allo stato puro, cosa c’è di meglio di una gustosa colazione? Una volta abbandonati i bagordi notturni, a Madrid non si fa affatto fatica a trovare bar aperti, anche negli orari più strampalati. Per concludere la serata alla grande, da non perdere sono i churros, soprattutto se inzuppati in una tazza di cioccolato bollente. Chi opta per l’American Style può gustarsi un Muffin o un Donut in uno dei tanti Starbucks disseminati per la metropoli. E dopo la colazione, ecco che spuntano i primi raggi di sole. La lunga notte madrilena si è conclusa, ma è l’alba di un nuovo giorno, nella città che non dorme mai.